Finlandia, Lapponia, Svezia

Valle del Tornio in Inverno: escursioni ed attività!

30 Mar , 2018  

La Lapponia è una terra affascinante ed una delle zone ancora non raggiunte dal turismo di massa è la valle del Tornio, al confine tra Svezia e Finlandia.


E’ un’area che merita davvero molta considerazione per le opportunità che offre: escursioni ed attività originali, orientate a far entrare il visitatore in contatto con gli usi e costumi della popolazione locale.

Per il secondo anno consecutivo il nostro tour invernale nella valle del Tornio è stato organizzato dal tour operator locale LappOne – The Five Senses of Lapland, che ha una particolare esperienza in questa zona della Lapponia.

Il motto “cavallo vincente non si cambia” si addice perfettamente a LappOne, visto che quest’anno nel programma sono state inserite delle ulteriori esperienze, uniche nel loro genere!

Alessandro Maccari, il titolare italiano di LappOne che da tempo vive proprio nella valle del Tornio, ed il suo team hanno soddisfatto appieno la nostra “voglia di artico” e ci hanno permesso di entrare nuovamente in contatto con la gente del luogo, facendoci ancora “assaggiare” un po’ del loro stile di vita e della loro storia. Già l’anno scorso, a seguito del nostro primo viaggio nella valle del Tornio, abbiamo approfondito proprio questo aspetto

In tanti ci avete anche chiesto di elencare cosa si può’ fare in questa zona della Lapponia e, soprattutto, come è stato strutturato il nostro “piano di attività” nella valle del Tornio: nelle prossime righe cercheremo quindi di portarvi con noi attraverso le varie esperienze che abbiamo vissuto…

Attivita nella Valle del Tornio:

Safari Husky nella valle del Tornio:


Se amate il contatto ravvicinato con questi splendidi cani e avete voglia di vivere una delle esperienze più affascianti che si possono fare in Lapponia, questa è l’attività giusta per voi!

Ulla, la proprietaria degli oltre 30 Husky, guiderà la “spedizione” di quasi un’ora all’interno della foresta innevata, dove il totale silenzio ovattato dei boschi lapponi verrà interrotto esclusivamente dallo scivolare della slitta e dall’eccitazione dei cani… che non aspettano altro se non fare un nuovo giro nella natura incontaminata…

Gli Husky di Ulla sono cani ottimamente addestrati, abituati alle temperature rigide che la Lapponia riserva e cosi dolci e coccoloni che non vi stupirete se cercheranno costantemente di leccarvi per farsi accarezzare!

Abbigliamento:

Senza dubbio l’abbigliamento intimo termico è importantissimo. Non va mai sottovalutato il clima della Lapponia perchè il tempo può cambiare repentinamente. Per questo motivo, LappOne ci ha fornito (è un servizio compreso nel tour) gli scarponcini e gli “overall” (le tute termiche integrali) capaci di mantenere il corpo al caldo anche in condizioni estreme. Tutto ciò per godersi questa e le altre escursioni in totale comfort e relax.

Escursione in motoslitta nella valle del Tornio:

Chi di voi non hai mai sognato di guidare una motoslitta passando sopra un fiume ghiacciato, attraversando distese di neve che sembrano non finire mai ed addentrandosi in mezzo ai boschi innevati dove il tempo sembra essersi fermato alla prima tormenta di neve della stagione?

Anche questa è di sicuro un’esperienza che vi consigliamo caldamente… un’esperienza che non potete assolutamente perdere!

In questo articolo del blog raccontiamo nel dettaglio tutto ciò che è importante fare e sapere..

Pesca sul ghiaccio nella valle del Tornio:

Cimentarsi nella pratica locale della pesca sul fiume Tornio ghiacciato? Si! E’ un’altra delle esperienze che vi consigliamo…

Si arriva in un punto preciso del fiume in cui il ghiaccio solido garantisce la più totale sicurezza. Per curiosità, sapete quanto deve essere questo ghiaccio per mantenere il peso di un uomo? Beh, pensate che sono sufficienti anche solo 5 cm! Noi in realtà avevamo sotto i piedi oltre 15 cm di ghiaccio “duro” ed altri 30/40 cm di ghiaccio più “tenero” formato da neve pressata…

L’attrezzatura consiste in una trivella a mano di 10/15 cm di diametro ed una piccola canna con lenza su cui posizionare un verdetto.

Trivellare il ghiaccio è un’operazione sorprendentemente facile: la trivella scava senza particolari difficoltà ed in un paio di minuti il buco è fatto. A quel punto, tutto ciò che c’è da fare è attendere…

Di tanto in tanto, se il vermetto si “ghiaccia”, è consigliabile cambiarlo… ma nulla più… un bicchiere di succo di frutti di bosco caldo in una mano, la canna nell’altro e… restare ad aspettare che un pesce abbocchi…

Intanto, qualcuno ha preparato la griglia per fare uno spuntino con un paio di salsicce… o a base di pesce…

Incontro con le renne… nella valle del Tornio:

Pensate che il numero di renne presenti in tutta la Lapponia è quasi simile a quello degli abitanti… per cui non stupisce che in questa zona l’allevamento di renne sia la principale fonte di reddito.

Non vi neghiamo che noi non vedevamo l’ora di avere un “incontro ravvicinato” con questi splendidi animali per scoprirne le caratteristiche e le abitudini…

Sapevate che le renne hanno un pelo che è folto 20 volte la capigliatura di una donna? E circa 30 volte quella di un uomo?

E che tra le “dita” della zampa hanno un pelo che cresce in modo estremamente rapido per impedire che la zampa stessa si ghiacci?

E ancora… che le corna cadono in Inverno per evitare inutili sprechi di energia e ridurre l’estensione dei tessuti irrorati dal sangue? E che fanno eccezione le femmine che hanno partorito di recente, solo perchè le corna potrebbero loro servire per difendere i piccoli?

Ah, dimenticavamo… preparate con voi una bustina di licheni, perchè ne vanno ghiotte!

Escursione alla collina finlandese  “fatata” di Aavasaksa nella valle del Tornio:

Questa collina, alta 222 metri, è uno dei posti più conosciuti per ammirare (d’estate) il sole di mezzanotte… ma sicuramente anche una tappa imperdibile in Inverno, per ammirare un paesaggio che sembra uscito dal cartone animato di Frozen, grazie agli alberi completamente innevati… tanto da sembrare delle autentiche sculture di ghiaccio!

Dalla cima si possono osservare le vallate del fiume Tornio e del Tengellio (un affluente del Tornio).

Pensate che qui in cima si trova una residenza (keisarin maja) costruita nel 1882 dal Re di Svezia, quando desiderava osservare il sole di Mezzanotte…

incastonata nella neve ed abbracciata dai rami degli alberi che la circondano, è davvero molto suggestiva…

Da non perdere la vista alla torre (costruita dirimpetto alla casa), che offre ancora meglio una panoramica completa di tutta la zona.

Lavorazione e creazione della propria Kuksa personale nella valle del Tornio:

L’artigianato in Lapponia sfrutta al massimo i materiali più facilmente reperibili come ad esempio il legno… e le corna di renna!

La kuksa, così viene chiamata la tipica tazza in legno di betulla, è probabilmente il prodotto simbolo   dell’artigianato locale… o comunque quello più conosciuto.

La kuska in realtà è molto più di una tazza: è un oggetto che viene regalato dal padre al figlio per accompagnarlo nella vita. Ogni lappone ha la SUA kuska personale.

I Sami la appendevamo alla cinta insieme al loro coltello, anch’esso lavorato e personalizzato.

E’ stato davvero bello provare la tecnica di lavorazione su una una kuska grezza: bagnarla nel caffè, lisciarla con gli utensili adatti, lucidarla con un’olio speciale e poi… firmare con il pirografo la propria tazza!

Infine, brindare con un liquore leggero a base di mora artica versato nella kuska appena fatta, di fronte al falò, è stata la conclusione perfetta della mattinata…

Preparazione pane tipico in una Kota sul fiume nella valle del Tornio:

Ecco un’altra esperienza indimenticabile…

In antichità la Kota non era altro che un’abitazione trasportabile composta da una struttura in legno e una tenda generalmente ricoperta di pelli di renna… “Lavvu” invece veniva chiamata quando era presente solamente la tenda senza la struttura in legno.

Oggi le Kota hanno ancora un ruolo importante perchè sono disseminate in tutto il territorio e rappresentano ancor oggi un prezioso riparo per i pescatori, i cacciatori ed i viaggiatori che, infreddoliti, possono accendersi un fuoco e prepararsi del cibo e qualche bevanda calda.

Dovete sapere che in questi luoghi le Kote sono aperte a tutti: chiunque può usufruirne (con il dovuto rispetto) lasciando tutto pulito e con della legna pronta per chi arriverà…

Abbiamo avuto l’opportunità di trascorrere un po’ di tempo in una Kota in modo ancora più speciale… infatti abbiamo imparato a preparare il pane tipico locale cucinandolo su delle speciali padelle posizionate sul fuoco…

Immaginate delle “simil-piadine” che nel giro di pochi minuti sono pronte da mangiare, farcite con dei crauti rosolati o del pesce appena pescato…

Il succo di mirtilli caldo ed il tepore del fuoco hanno reso questo momento davvero speciale!

Visita ai villaggi di Kukkolaforsen e Kukkolankoski nella valle del Tornio:

Kukkolaforsen  

Kukkolankoski  

Sono dei villaggi storici di pescatori sul fiume Tornio ghiacciato… l’uno esattamente di fronte all’altro e separati solo dalle rapide fiume, entrambi di incredibile bellezza.

Kukkolaforsen si trova in territorio Svedese mentre Kukkolankoski in territorio Finlandese.

La chiesetta di Kukkolaforsen o l’antico orologio a Kukkolankoski vanno assolutamente visti durante una passeggiata in questa zona.

Le casette rosse, l’antico granaio ed il museo (ricco di foto antiche e perfette ricostruzioni in miniatura), permettono di capire ancora meglio la vita di tutti i giorni di chi qui vi ci abita dalla notte dei tempi…

E stato interessante vedere una rappresentazione su scala del ponte fatto di tronchi che viene costruito ogni anno per agevolare la pesca con le nasse… ed anche l’uso che viene fatto della pelle dei pesci…. lavorata fino a diventare rivestimenti per i coltellini o materiali per portafogli e borsette!

Comunque… sarà anche stata la neve abbondante a terra… o la fitta nevicata avvenuto mentre eravamo seduti intorno al fuoco nella kota in riva al fiume… ma ci siamo sentiti per diverse ore dentro una cartolina natalizia! 🙂

Caccia all’aurora Boreale nella valle del Tornio:

Penso che un viaggio in Inverno a queste latitudini automaticamente contenga l’augurio di poterla vedere… lei… la “dama verde”…  che danza nei cieli durante le notti fredde di Lapponia…

Il programma preparato da LappOne è stato pensato cosi da dedicare (potenzialmente ogni sera) del tempo per ammirare ed immortalare questo splendido fenomeno.

Perché si parla di “caccia” all’aurora boreale? Semplicemente perchè non è cosi “scontato” vederla… e questo dipende da tanti fattori: il meteo favorevole (non deve essere nuvoloso), la zona di osservazione prova di fonti luminose (quindi lontana da grandi centri abitati) e, naturalmente, una buona intensità del fenomeno.

In questo post vi dettagliamo tutto ciò che è necessario sapere per riuscire ad ottenere qualche ottimo scatto delle “Northern Lights”…

Naturalmente la zona del Tornio si presta molto bene a questa “ accia”: ha tantissime zone poco illuminate (i villaggi tra loro sono ben distanti) e ha delle location davvero mozzafiato in cui non solo riuscire a fotografarla bensì includere negli scatti dei soggetti sempre diversi!

Questa volta, comunque, siamo stati davvero molto fortunati… una notte il fenomeno è stato così potente che siamo riusciti a fotografarla proprio dal centro del paesino di Kukkolaforsen… nonostante l’illuminazione!

Incontro con una sciamana nella valle del Tornio:

Questa è un’altra di quelle esperienze che assolutamente vi consigliamo…

Il suono del tamburo ed il fuoco acceso ci accolgono all’interno di una Kota dove un’affascinante sciamana ci offre una bevanda calda su una kuska…

L’atmosfera comincia a crearsi quando inizia a far scegliere ad ognuno di noi una carta dei tarocchi ispirati all’epopea Lappone e pian piano ne va a interpretare il significato attraverso l’energia che il nostro essere le trasmette…

E’ stata davvero una serata emozionante e… mistica!

Attraversamento circolare polare artico nella valle del Tornio:

Sapevate che il limite del circolo polare artico si sposta con cicli che vanno dai 18 ai 20 mila anni?

Una foto di rito in un posto cosi speciale non si può assolutamente perdere!

Noi abbiamo avuto la possibilita di passare questo “limite” sia in Finlandia (Pello e Rovaniemi) sia in Svezia (Kiruna).

Per spiegare meglio in cosa consiste il circolo polare artico, ecco uno stralcio preso da Wikipedia:

“Il circolo polare artico segna il confine meridionale del giorno continuativo al solstizio di giugno ed il perenne crepuscolo artico al solstizio di dicembre.

Al di là del circolo polare artico, il sole rimane d’estate sopra l’orizzonte per almeno 24 ore consecutive (sole di mezzanotte). Viceversa durante l’inverno il sole rimane sotto l’orizzonte per almeno 24 ore consecutive (notte polare).

In realtà, a causa della curvatura della Terra e del suo schiacciamento ai poli geografici… e poiché il Sole appare come un disco e non come un punto, il sole di mezzanotte si può vedere la notte del solstizio di giugno fino ai 50′ (90 km) a sud del circolo polare artico e, al solstizio di dicembre, parte del Sole è visibile fino ai 50′ di latitudine a nord del circolo”

 

Escursioni da poter aggiungere se siete in zona nella Valle del Tornio:

Giro in calesse trainati da un cavallo:

Spostandoci verso Tervola, si trova un maneggio che durante l’inverno organizza dei giri romantici in calesse in mezzo a boschi innevati e paesaggi da fiaba.

Rigorosamente avvolti in una calda copertina, durante il tour si ha anche la possibilità di vedere un allevamento di splendidi Highlander (che nn sono tipici di questa zona… ma che con la cornice del paesaggio innevato sono uno spettacolo da fotografare!) e di provare dei prodotti tipici locali a km zero.

Visita al castello di ghiaccio di Kemi:

Pensate che ogni anno questo castello si scioglie… per poi essere ricostruito durante l’inverno. Questo almeno è accaduto finora, perchè a fine 2018 sembrerebbe venga costruito un castello di ghiaccio “permanente”…

Superfluo dire che è un’opera unica nel suo genere: gli scultori ogni anno deliziano con la loro creatività… quindi visitandolo l’anno successivo (come abbiamo fatto noi) si trovano motivi e disegni completamente diversi dall’anno precedente.

Potrete sorseggiare una bevanda in un bicchiere di ghiaccio o sedervi in sgabelli di ghiaccio o, per i più temerari, dormire nelle stanze di ghiaccio, adibite ad hotel.

Il letto, le pareti.. ogni cosa è di ghiaccio… a parte due pellicce di renna a farvi da copertina 🙂

Al suo interno quindi, oltre a poter godere di un bar/ristorante, potrete dire una preghiera nella cappella o, per i più piccoli, scendere con un ciambellone su uno scivolo di ghiaccio molto, molto divertente!

Naturalmente noi, che siamo piccini, non potevamo che provarlo… 🙂

Tour sulla rompighiaccio Sampo:

Pranzare a bordo di una splendida rompighiaccio e solcare il mare ghiacciato per poi immergersi con delle tute stagne e galleggiare senza sentire assolutamente freddo…

In questo post vi raccontiamo tutto nel dettaglio !

Visita al villaggio di Babbo Natale a Rovaniemi:

Rovaniemi (che è la capitale della Lapponia finlandese), dista circa 2 ore di auto dalla città di Tornio e circa 1 ora da Pello (sempre sul fiume Tornio).

A nostro parere, la zona è oramai molto “contaminata” dal turismo di massa ed è difficile vivere delel esperienze così autentiche come in altre zone meno turistiche… e questo vale anche per le attività proposte nel famosissimo Villaggio di Babbo Natale, a pochi kilometri dalla città.

Certo, non si può venire a Rovaniemi e non fare un salto in questo parco a tema… magari cogliendo l’occasione di spedire a casa le letterine di Babbo Natale, imbucandole nell’apposita “buca” che provvederà ad inviarle ai destinatari proprio in occasione delle prossime Festività!

Quanti di noi da bimbi si sono chiesti se davvero Babbo Natale esisteva… e quanti di noi sarebbero venuti fino in Finlandia per vederlo? E magari poter fare una foto con lui, il “vero” Babbo Natale! 😉

Conclusioni:

La valle del Tornio è secondo noi in posizione strategica per godere appieno di quanto la Lapponia ha da offrire… ed affidandosi a persone preparate che nella valle del Tornio ci vivono… è possibile godere di un’esperienza complessiva davvero memorabile!

{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('twitter'); } }); jQuery('#facebook').sharrre({ share: { facebook: true }, template: '
{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('facebook'); } }); jQuery('#googleplus').sharrre({ share: { googlePlus: true }, template: '
{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, urlCurl: 'http://www.herbapatistyle.com/wp-content/themes/fullby-premium/js/sharrre.php', click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('googlePlus'); } }); jQuery('#pinterest').sharrre({ share: { pinterest: true }, template: '
{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, buttons: { pinterest: { description: 'Valle del Tornio in Inverno: escursioni ed attività!',media: 'http://www.herbapatistyle.com/wp-content/uploads/2018/03/IMG_2584-watermark.jpg' } }, click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('pinterest'); } }); });

By



6 Commenti

  1. Giulia Meo ha detto:

    Mi avete infreddolita e lasciata senza parole. Una bimba con la pelle d’oca. Descrizioni sempre impeccabili. Questo vostro articolo è il riassunto complessivo di tutte le vostre storie instagram. Leggerlo è stato come riviverle! ❄️❄️❄️❄️ Se un giorno dovessi andare sappiate che è per merito vostro, mi avete incuriosita parecchio. Tutti vogliamo vivere una storia magica innevata come in Frozen o nello Schiaccianoci. 😍

    • HerbaPatiStyle ha detto:

      E noi non vediamo l’ora di vederti con gli scarponi da neve, con il naso all’insu’ mentre l’aurora boreale da’ il meglio di se’. E’ uno di quei posti nel mondo che lascia il segno e che ti fa capire quanto è meraviglioso viaggiare 🙂

  2. Paola ha detto:

    ciao ragazzi

    come sempre i vostri articoli così dettagliati mettono voglia di partire sempre verso mete segnate da qualche parte sulla nostra lista.
    grazie di cuore.
    ciao belli e buon weekend

    PS: ma noi non ci fermiamo mai!!!
    saluti
    paola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.