Thailandia

Escursioni da Phi Phi Island: Bamboo, Maya Bay e Monkey Beach!

11 Feb , 2018  

La nostra seconda volta nel famoso arcipelago nel mar delle Andamane sarebbe stato migliore… perchè avremmo finalmente fatto le più famose escursioni da Phi Phi Island: Bamboo e, di ritorno, Maya Bay e Monkey Beach!

Il motivo?

Beh, due anni fa, a causa del malore avuto a Railay, non eravamo riusciti a visitare Bamboo Island ne a dedicare molto tempo a Maya Bay… ed abbiamo dovuto anche rinunciare a salire fino in cima al viewpoint di Phi Phi Don.

E’ per questo motivo che questa volta, progettando il nostro viaggetto di ritorno in Thai, abbiamo inserito tre giorni da spendere completamente li.

Siamo arrivati a Phi Phi da Phuket in 2 ore, con il ferry boat: partenza alle 9.30 dal Rassada Pier ed arrivo alle 11.30 circa al Tonsai Pier… dopo un brevissima sosta davanti alla Long Beach di Phi Phi, visto che in questo periodo dell’anno è possibile anche “trasbordare” dal traghetto alle longtail boat che conducono direttamente alla spiaggia più lunga di Phi Phi Don (così da agevolare chi ha l’hotel in questa parte dell’isola).

Come abbiamo prenotato il ferry? Beh, potete farlo online (noi finora abbiamo usato phiphi-ferry.com o phuketferry.com) oppure localmente su qualunque banchetto prenotazione escursioni a Phuket… o basterà chiedere al vostro hotel.

Noi ci siamo arrangiati in autonomia, addirittura risparmiando facendo in abbinata: minivan dall’hotel a Patong fino al Rassada Pier + ferry andata e ritorno per Phi Phi + taxi privato dal Rassada Pier fino all’aeroporto di Phuket = in totale (in due persone) 2300 Baht (circa 60€).

Ma veniamo ai dettagli delle escursioni da Phi Phi Island…

Dove e con chi prenotare le varie escursioni da Phi Phi Island?

Sostanzialmente ci sono due modi:

  • Taxi boat per un tour privato (le longtail boat dei barcaioli locali)
  • Speed boat per tour di gruppo (attraverso le agenzie locali di escursioni)

Vediamo pro e contro di entrambi:

Con i taxi boat hai la comodità di decidere tu il tragitto e (come abbiamo fatto noi) all’interno delle 6 ore del “full day”, quanto tempo dedicare ad ogni singola spiaggia. Ovviamente puoi scegliere di uscire e rientrare all’ora che vuoi.

La nota dolente (considerando il livello dei costi in Thailandia) è chiaramente il prezzo. Anni fa si riusciva a contrattare con il barcaiolo ma ormai ciò è molto, molto raro: hanno creato una specie di cooperativa per cui i prezzi sono tutti uguali e piuttosto fissi.

Le tariffe dipendono sia dal tempo di uscita che dal numero di persone. Ad esempio, in due, per 3 ore il prezzo è di 1500 Baht (circa 40€) mentre per 6 ore arriviamo a 3000 Baht (80 euro). A queste sono da aggiungersi le tasse di ingresso alla zona del parco marino protetto che, nel caso di un’escursione di una giornata come la nostra è stata di 400 Baht a persona (circa 10€).

Se prendete la barca in più persone ovviamente risparmierete qualcosa.

Per quanto riguarda le escursioni da Phi Phi Island in gruppo con la speed boat, attraverso le agenzie locali offrono potete trovare dei prezzi un pochino più bassi perchè muovendo la barca per più persone riescono ad offrire prezzi più vantaggiosi.

Altro vantaggio sono i tempi di navigazione: per andare in longtail boat dal Tonsai Pier a Bamboo Island servono 45/50 minuti (se non c’è mare), mentre con la speedboat si arriva in circa 20 minuti.

Per contro si ha un programma stabilito con orari stabiliti… noi abbiamo scelto la prima soluzione ma ci siamo detti che una prossima volta magari proveremo a fare un tour di una giornata con queste agenzie: ci hanno dato l’impressione, a parità di uscita, di offrire più tempo da “vivere” nelle varie spiagge e nei siti di snorkeling.

Quanto tempo  dedicare a ogni singola spiaggia? 

Escursioni da Phi Phi Island  |  Tappa n.1 – Bamboo Island:

Dipende un po’ dai vostri gusti ma in linea di massima, secondo noi, 2/3 ore a Bamboo sono più che sufficienti (noi ci abbiamo passato un paio d’ore). E’ vero che non c’è la folla di Maya Bay… ma il continuo arrivo e movimento di persone rende comunque il posto poco rilassante per chi pensa di mettere un asciugamano e staccare completamente dal mondo 🙂

Non fraintendeteci, è una meraviglia e ne vale davvero la pena, ma non ha le caratteristiche (almeno per quanto riguarda il periodo di alta stagione) per passarvi un’intera giornata.

Escursioni da Phi Phi Island  |  Tappa n.2 – Maya Bay:

Sono sufficienti un altro paio d’ore. Anche per Maya Bay vale lo stesso discorso di Bamboo Island: vi fosse la remota possibilità di trovarla deserta, allora noi per primi ci spenderemmo l’intera giornata… ma già sapendo che è pressoché impossibile, 2 / 3 ore sono sufficienti per godersela prima che arrivino orde di turisti, portate dalle speed boat da Phuket.

Questo per riuscire anche a fare una passeggiata all’interno dell’isoletta ed arrivare sull’altro lato, dove c’è Losama Bay. Se poi volete andare fino alla laguna verde (Phi Ley Bay) e fare li un po’ di snorkeling, aggiungete pure un’altra oretta.

Noi siamo stati fortunati questa volta… il meteo era splendido e probabilmente siamo arrivati in un momento in cui alcune speed boat se ne erano già andate e le successive dovevano ancora arrivare. Risultato? Per più di un’ora la spiaggia di “The Beach” era quasi deserta!

Escursioni da Phi Phi Island  |  Tappa n.3 – Monkey Beach:

A poca distanza dal porto di Tonsai Bay e quindi ottima come ultima tappa di qualunque tour, richiede senza dubbio non più di 30 minuti.

Riuscirete a fare qualche scatto divertente e a restare affascinati da queste scimmiette assolutamente padrone della loro spiaggia 🙂

Quindi, a che ora arrivare per evitare la folla?

Questa è una delle domande che ci avete fatto più volte… probabilmente grazie al fatto che abbiamo avuto una gran fortuna a trovare pochissime persone.

Non sappiamo se davvero abbiamo azzeccato gli orari giusti del momento o se è stata una casualità (qualche anno fa avremmo scelto volutamente degli orari specifici perchè le speed boat erano di meno e si sapeva all’incirca quando arrivavano, ma ora non è più così!)… comunque vi indichiamo gli orari abbiamo seguito…

Partenza da Tonsai: ore 8.45 ed arrivo a Bamboo island alle 9:30

Questa invece è Maya Bay alle 13:30

…mentre per Monkey Beach va bene qualunque orario… tanto è quasi sempre affollata di turisti che fotografano le scimmie…

In linea di principio anche il barcaiolo ci confermava che la maggior parte fa il giro contrario, per cui va prima a Maya Bay (che inizia a riempirsi di speed boat dalle 9) e poi a Bamboo.

L’altra volta abbiamo cercato di anticipare tutti arrivando li intorno alle 8.00 (con non poche difficoltà a causa della bassa marea!)… ma quando il sole non è a picco sulla baia, anche i meravigliosi colori dell’acqua non si apprezzano in tutto il loro splendore… quindi questa volta abbiamo deciso di andare a metà giornata… e fortunatamente ci è andata bene!

Cose da portare con voi durante le escursioni:

Crema solare, occhiali da sole, asciugamano, disinfettante mani, maschera e boccaglio (in tanti tour li forniscono, ma occhio all’igiene).. ricordate che qui non va dato nulla per scontato (noi infatti li portiamo sempre con noi)… ed infine le scarpette da roccia, utilissime non tanto per gli scogli ma quanto più per i frammenti di corallo che a volte affiorano e tagliuzzano…

Portate con voi anche tanta, tanta acqua. Il caldo e l’umidità delle isole lasciano il segno, per cui cercare di idratarvi il più possibile…

Last but not least, le borse nautiche: stra-comode per riporre al sicuro telefoni, portafogli ed attrezzatura fotografica. A Phi Phi si comprano a prezzi variabili tra 300 e 800 Baht (a seconda della capienza, da 5 a 20 litri).

Capita infatti di saltare fuori dalla barca in punti in cui le onde producono qualche schizzo di troppo per uscire con la fotocamera od il telefono in mano!

Consigli e suggerimenti:

Portate con voi una macchina fotografica subacquea e perchè no il “dome” se avete la GoPro.

Vedrete tantissimi pesci colorati e avrete una voglia matta di immortalare quei momenti…

Prenotate le escursioni da Phi Phi Island con qualche giorno di anticipo se vi affidate alle agenzie delle speed boat.

Se volete prendere i taxi boat, fate le vostre valutazioni se vi chiedono di pagare totalmente l’escursione in anticipo… come si dice, fidarsi è bene ma non fidarsi…! Diciamo che la cosa migliore è quella di dare una caparra (500 Baht sono sufficienti) e poi saldare a fine giornata.

Quando prenotare un’escursione chiedete se in quella cifra è compresa anche la tassa del parco marino. Maya Bay e Bamboo richiedono la tassa per mettervi piede (gli importi sono diversi tra loro) e basta pagarla in una delle due cosi da essere valida ovunque.

Difficilmente, quando vi stanno per vendere l’escursione in taxi boat, vi avvisano di questo “dazio”, facendovi trovare poi la sorpresa appena arrivati nella prima tappa di dover tirare fuori dei soldi che non vi aspettavate.

Non è tanto per l’ammontare in sé, quanto più il disagio di trovarsi li senza i contanti necessari!

Se soffrire un po’ il mal di mare ricordate queste piccole indicazioni:

  • nei taxi boat sedetevi il più avanti possibili, questo permetterà alla barca di muoversi su e giù il meno possibile.
  • non guardate mai il mare ma sempre la linea dell’orizzonte o un punto fermo all’orizzonte come un’isola in lontananza.

Se siete su una barca a due piani, sedetevi nella parte più bassa, sentirete meno il mare.

Se poi sapete che a volte soffrite il mal di mare… potete prendere delle pastiglie da banco per il mal di mare (non sottovalutate il fatto che siete nel mare della Andamane!)

Non ci resta che augurarvi buon viaggio e buon mare <3

{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('twitter'); } }); jQuery('#facebook').sharrre({ share: { facebook: true }, template: '
{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('facebook'); } }); jQuery('#googleplus').sharrre({ share: { googlePlus: true }, template: '
{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, urlCurl: 'http://www.herbapatistyle.com/wp-content/themes/fullby-premium/js/sharrre.php', click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('googlePlus'); } }); jQuery('#pinterest').sharrre({ share: { pinterest: true }, template: '
{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, buttons: { pinterest: { description: 'Escursioni da Phi Phi Island: Bamboo, Maya Bay e Monkey Beach!',media: 'http://www.herbapatistyle.com/wp-content/uploads/2018/02/IMG_0567-watermark.jpg' } }, click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('pinterest'); } }); });

By



17 Commenti

  1. ribes a cena ha detto:

    che bello! Abbiamo letto e guardato tutte le foto! La speranza è quella di avere un giorno l’occasione di sperimentare tutte le vostre dritte! Nel frattempo faremo tesoro dei vostri consigli!!!

  2. Gianluca ha detto:

    Tutte informazioni utilissime, articolo molto interessante, sembra quasi di aver viaggiato insieme a voi!

  3. Paeuline ha detto:

    Com’é sempre articolo bellissimo e dettagliato. Abbiamo voglia di andare ma prima devo convincere Claudio ad andare in Africa🙈niente é servito (almeno penso) il documentario di ieri di Donnaavventura💕ma comunque grazie Giada con queste vostre dritte si deve andare💙buona giornata cara

    • HerbaPatiStyle ha detto:

      L’Africa merita sono certa che riuscirai a convincerlo. Tieni duro e poi lo sai quando noi donne decidiamo di volere qualcosa nulla può fermarci 🙂

  4. Paeuline ha detto:

    Scusa qualche ertore🙈scrivo sempre in tedesco che in Italiano mi scappano sempre errori! Ecco io un blog in italiano aiutooo

  5. Arianna ha detto:

    Buongiorno Patoni. 😊
    Noi abbiamo sempre escluso un viaggio caratterizzato da solo mare, spiaggia, relax e ci siamo dedicati sempre a mete più avventurose e ricche di cose da vedere, ma leggendo bene i vostri articoli in questi paradisi ci siamo ricreduti e abbiamo scoperto che non si tratta solo di bianchissime spiagge e acque cristalline. Di sicuro non ci si annoia. Utilissimi poi anche i consigli per evitare la calca di turisti, sempre ben accetti! 😂

    • HerbaPatiStyle ha detto:

      Assolutamente Arianna, la Thailandia ha tanto da offrire e per tutti i gusti. E’ una parte di Asia che merita una visita 🙂 grazie per il tuo commento

  6. Giulia Meo ha detto:

    Una guida assolutamente perfetta, non manca nulla, tutto nel dettaglio, se un giorno dovessi andare sono sicura che seguirò le vostri indicazioni: ho già salvato il link! Adoro i posti che descrivete, adoro le parole che usate e adoro voi che con semplicità fate vivere su pelle le vostre esperienze. Distaccarsi dal freddo dell’inverno per immergersi nel caldo del vostro articolo! Grazie ❤️

    • HerbaPatiStyle ha detto:

      Grazieeeeee. Cerchiamo sempre di mettere nero su bianco più info o consigli possibili per aiutare chi farà il suo primo viaggio in un posto cosi magico 🙂

  7. Maria Teresa ha detto:

    Come sempre mi mancano le parole , è tutto stupendo e ben spiegato , le foto sono meravigliose come lo siete voi . Buona giornata ! 😘🌹🍀

  8. Rosy ha detto:

    Precisi e dettagliati come sempre ! Mi avete fatto venire voglia di ritornarci !! Vi seguo sempre con affetto 😘

  9. Daniele ha detto:

    Salve ragazzi ho appena letto il vostro racconto delle phiphi. Visto che esattamente fra un mese sarò lì con la mia ragazza posso contattarti per dei consigli e info?grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.