Sudafrica

Camp Jabulani, lussuoso safari lodge in Sudafrica…

17 Ago , 2018  

A volte, poche rare volte, la realtà riesce addirittura a superare l’immaginazione: è stato il caso del nostro soggiorno a Camp Jabulani, lussuoso safari lodge in Sudafrica, nei pressi di Hoedspruit e nelle immediate vicinanze del Kruger National Park…

Nella riserva naturale più famosa del Sudafrica avevamo già trascorso una settimana, oltre che in alcune splendide riserve private… ci eravamo quindi abbastanza abituati alla “vita da safari”: la sveglia alle prime luci dell’alba, il tranquillo scandire delle ore intorno a metà giornata, l’uscita in fuoristrada del pomeriggio compreso il “sundowner” nel bush, in un posticino speciale ed ogni giorno diverso…
Già… ci avevano fatto strabuzzare gli occhi le “luxury accomodations” che alcuni dei magnifici lodge e campi tendati ci avevano riservato… ma ancora non avevamo visitato la Kapama Private Game Reserve e, più in particolare, non avevamo soggiornato presso l’esclusivo Camp Jabulani...
Arriviamo all’ingresso della riserva e, dopo un breve controllo, ci dirigiamo in auto verso il lodge: facciamo in autonomia solo poche centinaia metri che già ci era venuto incontro Ruan, uno dei rangers di Camp Jabulani.
Non sapevamo ancora che sarebbe stato lui a portarci in safari per i tre giorni successivi, intanto era qui per accompagnarci fino al main lodge…
Lo seguiamo, arriviamo all’ingresso della struttura, gli lasciamo le chiavi dell’auto ed in men che non si dica veniamo accolti da Ansie che, gentilissima, ci accompagna fino alla splendida zona soggiorno, affacciata sul suggestivo laghetto che abbraccia il lodge principale…

Il check in si svolge in un clima informale, rilassante, che ci fa immediatamente sentire a nostro agio, quasi fossimo “della famiglia”…
Queste prime sensazioni sul livello di servizio – lussuoso, esclusivo, di classe ma al tempo stesso affabile ed amichevole – riceveranno continue conferme nei tre giorni di soggiorno a Camp Jabulani: quando si dice “a home away from home” si intende proprio questo… ed è stata davvero dura, alla fine, dover andare via!
Ogni dettaglio è curato nei minimi particolari ed alcuni decori sono davvero unici… almeno tanto quanto lo è la storia di Camp Jabulani, che prende il nome di un elefantino abbandonato che, oltre 20 anni fa, mai avrebbe potuto immaginare l’impatto che la sua storia avrebbe avuto sulla vita di altri elefanti e su migliaia di persone in tutto il mondo…

La Storia di Camp Jabulani, lussuoso safari lodge in Sudafrica…
(Sintesi tratta da “Camp Jabulani – The Journey” – Edizione n. 1)

Nel giugno del 1997 un piccolo elefante arrivò al Centro per le Specie Minacciate di Hoedspruit (HESC). Era stato abbandonato dalla sua mandria, ferito e gravemente disidratato.
Ci è voluto un anno per curare l’elefante e riportarlo di nuovo in salute. Fu chiamato Jabulani – che significa “rallegrarsi”.
Nonostante i numerosi tentativi di reintrodurre Jabulani alla vita selvatica all’interno della riserva, l’elefantino non manifestava l’intenzione di allontanarsi dai suoi soccorritori.
Fu quindi nel Marzo del 2002 che l’HESC ebbe notizia di alcuni elefanti in pericolo, in una fattoria in Zimbabwe, addestrati per attività di safari ed orfani a causa di un programma di abbattimento avvenuto negli anni ’80, che erano in grave pericolo. La fattoria era stata occupata da un gruppo di veterani di guerra ed in procinto di essere espropriata. A centinaia tra impala e kudu erano stati macellati da queste persone e gli elefanti stessi erano stati etichettati come carne da macello. Una missione di salvataggio fu approntata nel giro di poche settimane: alcuni enormi camion lasciarono Johannesburg per lo Zimbabwe e tornarono con i pachidermi.
È stato con stupore che il team dell’HESC ha assistito al positivo incontro tra Jabulani ed i nuovi arrivati. Il piccolo fu adottato da Tokwe (la matriarca), trovando finalmente una nuova famiglia.
Considerato il loro passato in cattività e la rivalità manifestata con un’altra mandria presente nella riserva – questa completamente selvatica – purtroppo anche questi elefanti non risultarono pienamente reintroducibili alla vita autonoma. Allo scopo di far trascorrere agli elefanti l’intera giornata nel bush è quindi stato allestito un team di sorveglianza preposto a condurli, dall’alba al tramonto, in aree dove muoversi liberamente senza entrare in conflitto con la mandria selvatica.
Una gestione di questo tipo, estremamente costosa ed impegnativa, ha portato alla progettazione di uno speciale lodge con l’intento di generare introiti sufficienti a proseguire nel programma. Per servire allo scopo, non sarebbe potuto essere un lodge come tanti, bensì un lodge esclusivo che avrebbe dovuto permettere ai propri ospiti di vivere una esperienza di interazione con gli elefanti assolutamente fuori dall’ordinario… e così nacque Camp Jabulani.

Per approfondire la storia di Camp Jabulani e conoscere più da vicino l’esperienza di interazione con gli elefanti, ecco il link diretto all’edizione n.1 di “Camp Jabulani – The Journey”

La nostra suite a Camp Jabulani, lussuoso safari lodge in Sudafrica…

Ci vogliono giusto un paio di minuti a piedi dal “main lodge” per arrivare alla nostra suite. Camminiamo immersi in una natura bella, selvaggia ed imprevedibile: anche qui, infatti, va ricordato che dal tramonto all’alba ci si muove “scortati” dai ranger del campo…
Si attraversa un ponte in legno che divide la zona suites con la zona “pubblica” ed inizia il sentierino “super curato” in sabbia, che conduce all’ingresso della nostra stanza. Appena entrati, siamo rimasti incantati dall’eleganza dell’alloggio…

Le pareti, composte da una speciale e moderna mescola di cemento e pagliericcio, ricordano le costruzioni antiche di alcune zone dell’Africa, all’epoca fatte di terra impastata con paglia e feci di elefante…

Gli arredi sono perfetti e la grande vasca da bagno imprime uno stile decisamente coloniale agli ambienti… senza parlare della terrazza con incastonata la piscina privata, da cui si può ammirare una vista davvero particolare sul letto del fiume in secca…

Ed infatti, rilassarsi in acqua contemplando la natura è stata la primissima esperienza che abbiamo fatto in questo lussuoso safari lodge in Sudafrica… quello che è risultato estremamente faticoso è stato, piuttosto, uscire dall’acqua… tanto era sublime restare “ammollo” dopo le numerose ore di auto fatte per arrivare fin qui!

Inesorabilmente il tempo scorreva veloce e si era già fatta l’ora del nostro primo safari all’interno della Kapama Private Game Reserve…

I safari a Camp Jabulani, lussuoso safari lodge in Sudafrica…

Il programma di safari è tendenzialmente organizzato per soddisfare le richieste di ciascun ospite: un servizio che potremmo definire di tipo “sartoriale”!
Salvo che in rari casi, viene assegnato un ranger (e quindi un fuoristrada) ad ogni suite: gli ospiti possono esprimere le loro preferenze sugli animali da osservare ed il ranger cercherà di orientare le uscite verso le zone dove c’è maggiore probabilità di avvistare quegli specifici esemplari. Noi abbiamo espresso una “leggera” 🙂 preferenza a favore di leopardi e leoni…
Mai avremmo però immaginato di vivere delle esperienze tanto emozionanti!
Anche l’orario è completamente flessibile e si può decidere giorno per giorno in base a quello che si vuole vedere… il consiglio comunque è quello di uscire almeno per le 16.00 così da massimizzare gli avvistamenti all’imbrunire.
Onestamente, possiamo dire che qualsiasi animale avremmo visto in safari sarebbe stato un “dono” per noi, visto che amiamo la natura in toto… ma riuscire a fotografare un leopardo così da vicino ha battuto ogni aspettativa…

…per non parlare di lui, il Re della Foresta, aristocraticamente adagiato su un fianco a scrutare il movimento del fuoristrada di un altro lodge residente all’interno della riserva, che si stava avvicinando lentamente…

…tanto da alzarsi e dar loro una occhiatina più da vicino!

Il ruggito del leone si sente davvero a distanze considerevoli e mette in allarme non solo le potenziali prede ma anche le leonesse presenti nelle vicinanze, con i relativi cuccioletti…

Si era fatta sera e si avvicinava l’ora di cena… ma c’era ancora il tempo di qualche scatto allo sguardo concentrato di questo bellissimo esemplare…

Cucina ad alto livello a Camp Jabulani, lussuoso safari lodge in Sudafrica…

Squisita, sorprendente e mai scontata: una vera e propria eccellenza tra i servizi offerti dal campo.
Ricorderemo per molto tempo i piatti del nostro Chef Alex… e l’impeccabile servizio del cameriere che ci ha sempre accolti nella sala ristorante, Shadrick: pur presi dai safari, non vedevamo l’ora di scoprire cosa avremmo trovato la sera nel menù!
Ogni piatto era preparato in modo “artistico”… con la cura di un’opera d’arte. Non esageriamo se diciamo che è stato uno dei luoghi nel mondo dove la cucina ci ha completamente conquistati!

La “Elephant Experience” a Camp Jabulani, lussuoso safari lodge in Sudafrica…

Arrivati sulla radura dinanzi all’immenso ricovero dove gli elefanti passano la notte, abbiamo conosciuto Isaac, uno dei due Elephant Managers, che ci ha fatto incontrare da vicino uno dei 14 elefanti della mandria: Sebawke.
Questo splendido animale è arrivato con andatura possente ma gentile e si è fermato a pochi metri da noi, fiero e maestoso…
Sebawke è davvero bello… la sua immagine è stata addirittura utilizzata per diventare il simbolo del più famoso liquore sudafricano, l’Amarula!
Per conoscere più da vicino la storia di Sebawke, leggi l’articolo sul blog di Camp Jabulani
Abbiamo avuto l’opportunità di interagire per qualche minuto con lui e scattare alcune foto davvero uniche… per poi vederlo allontanarsi nel bush, accompagnato da un guardiano, a raggiungere gli alberi nei pressi dei quali si era radunato il resto della mandria…
Il giorno successivo lo avremmo rivisto insieme a tutti gli altri fare il bagno dentro ad una pozza d’acqua… quando ad un tratto l’intero gruppo di elefanti ha iniziato ad agitarsi a causa del progressivo avvicinarsi dell’altra mandria, quella selvatica…
Non è stato facile per il team di sorveglianza prendere il controllo della situazione e condurre il gruppo di Sebawke e Jabulani nella direzione opposta, ma dopo pochi minuti gli elefanti si erano rasserenati e “pascolavano” tranquilli nel bush…
Al tramonto abbiamo infine assistito a qualcosa di davvero speciale: l’intera mandria ha “sfilato” in controluce sul bordo di un altro specchio d’acqua… permettendoci così di scattare una delle foto più belle del nostro viaggio in Sudafrica!
Le nostre impressioni sulla Elephant Experience sono state molto positive: abbiamo percepito un sincero ed autentico rispetto per questi animali e questo ci ha davvero confortati: sappiamo quanto gli elefanti siano sfruttati e, purtroppo, anche maltrattati per essere addestrati ad attività a fini turistici… ma negli occhi degli elefanti di Camp Jabulani abbiamo visto tutt’altro che questo…
In conclusione, possiamo dire che i tre giorni vissuti a Camp Jabulani sono stati un’esperienza davvero esclusiva e completa: trattamento impeccabile, servizi di alta qualità, modo di fare amichevole, ampia possibilità di adattare orari ed attività alle proprie preferenze e, ultima ma non meno importante, dedizione, amore e consapevole attenzione agli splendidi animali della riserva… in particolare alle vere ed uniche “stars” del lodge… i magnifici elefanti di Camp Jabulani!
A malincuore era arrivato il momento di andare: Ruan ci ha riportato l’auto, che senza fosse stato richiesto era stata lavata e ripulita… ed alla fine erano tutti li a salutarci… Ansie, Alex, Shadrick ed un altro paio di membri della splendida famiglia di Camp Jabulani di cui, ahimè, non ricordiamo il nome…
In auto troviamo anche un presentino da parte di Alex, dei biscotti che dire buoni sarebbe riduttivo…
Ringraziamo sinceramente tutti, anche coloro che non abbiamo avuto il piacere di incontrare di persona, per le emozioni che ci sono state regalate in questo splendido angolo di Africa…  e ora si parte, direzione nuovamente Kruger National Park… questa volta a nord, al confine con Mozambico e Zimbabwe, per i nostri ultimi due giorni di safari…
…ma questa è ancora un’altra storia!

{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('twitter'); } }); jQuery('#facebook').sharrre({ share: { facebook: true }, template: '
{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('facebook'); } }); jQuery('#googleplus').sharrre({ share: { googlePlus: true }, template: '
{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, urlCurl: 'http://www.herbapatistyle.com/wp-content/themes/fullby-premium/js/sharrre.php', click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('googlePlus'); } }); jQuery('#pinterest').sharrre({ share: { pinterest: true }, template: '
{total}
', enableHover: false, enableTracking: true, buttons: { pinterest: { description: 'Camp Jabulani, lussuoso safari lodge in Sudafrica…',media: 'http://www.herbapatistyle.com/wp-content/uploads/2018/08/IMG_0061.jpg' } }, click: function(api, options){ api.simulateClick(); api.openPopup('pinterest'); } }); });

By



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.